DroidStar – La soluzione a tanti “problemi”!

Tempo fa, a seguito di diverse richieste, ci è stato richiesto da alcuni utenti del D2ALP di creare un Server DVSwitch Multi-Utente direttamente connesso al nostro Cluster (BM TG222055).

Anche se il Cluster D2ALP è il più esteso d’Italia in RF, non sempre si ha la possibilità di accedere direttamente ad esso, oppure non sempre vi è un ripetitore connesso a BM da cui accedere dall’esterno. Inoltre alcuni utenti molto affezionati, si trovano spesso all’Estero, per lavoro o altro, magari pure in Stati dove se ti vedono con una radio, possono crearti dei problemi. Ecco il motivo per il quale i Sysops del D2ALP si sono attivati per realizzare un sistema che permettesse agli smartphone di accedere al D2ALP.

L’impresa si è subito verificata non semplice. Il DVSwitch nativo non permette la multi utenza, quindi chi volesse utilizzare l’app DVSwitch sul proprio smartphone avrebbe dovuto allestirsi il proprio server su PC (LINUX) o Raspberry.

Su un sito spagnolo abbiamo trovato un’immagine per installare il programma Server DVSwitch modificato chiamato DVLink. Ma anche qui sono sorti dubbi e perplessità. Lavora solo su Raspberry, che per limitazioni hardware, può ospitare fino a massimo 20 client connessi. Idea presa in considerazione ma poi accantonata.

Troppi interrogativi e dubbi. Alla fine si sarebbe creato qualcosa che funziona ma anche come si dice “Una scarpa e una pantofola”. Non va bene. I Sysop di questo Cluster non amano fare cose raccogliticcie. O le si fa bene o non le si fa.

Abbiamo, come ormai è noto, anche attivato un reflector YSF (IT D2ALP #57307) connesso al Cluster D2ALP (BM TG 222055), che permette di accedere anche attraverso il protocollo digitale C4FM.

Navigando in internet e, soprattutto, chiedendo ai guru del caso, siamo riusciti a trovare la soluzione ottimale e definitiva, che permettesse di usare il proprio smartphone o PC come “Radio” senza che ci fosse dietro un’infrastruttura complessa e dedicata (con tutto quello che può comportare in caso di malfunzionamenti o errori di programmazione).

Il DroidStar!!!!

Con esso si ha la possibilità di connettersi a svariati Reflector, che siano di tipo REF, XRF, DCS, YSF, DMR, P25 ed NXDN, ma solo dagli YSF e dal lato DMR si può anche TRASMETTERE, senza avere un’infrastruttura dedicata come per DVSwitch!

Per poter trasmettere con questo programma per smartphone non c’è nulla di tanto difficile da fare, basta selezionare il modo, quindi YSF o DMR, inserire i dati, connettersi e premere il PTT per parlare, vediamo meglio come fare!!!

Innanzitutto bisogna scaricare da Google Play (putroppo lavora solo su Android) l’app DROID STAR

Eseguendo all’applicazione ci ritroveremo questa schermata:

Da come potete notare, ci sono dei campi da compilare, quali il proprio nominativo, l’ID DMR ecc. ma come dicevo, per poter trasmettere con questa app., possiamo farlo solo se andiamo a selezionare un modo come l’YSF o il DMR, quindi, tappiamo sul “tasto” contrassegnato col testo “REF” avendo così una schermata come questa:

Se vogliamo trasmettere in DMR, selezioniamo, logicamente, la voce DMR 

ed in seguito, dobbiamo selezionare l’host, nel nostro caso “BM_Italy_222” tappando sulla casella adiacente, per l’appunto, “HOST”

continuiamo inserendo, nei rispettivi campi, il nostro nominativo, ID DMR e, nella voce TGID, inseriamo il TG a cui vogliamo collegarci, per la Digital Network è il 222055, per l’ultimo campo, obbligatorio, inserire la famosa Password che avete scelto nell'”HotSpot Security”, del vostro SelfCare del proprio profilo di BrandMeister Network .
Teoricamente il campo “MODULE”, almeno per quanto riguarda il DMR, non dovrebbe essere influente, quindi potrebbe essere qualsiasi lettera.
Se è tutto ok, compilati tutti i predetti campi, andiamo a cliccare sul tasto in alto “CONNECT” e poi, via… si è ON AIR tenendo premuto il tasto di colore verde “PTT”.

Passiamo alla configurazione per il modo YSF!!!

In realtà non cambia quasi nulla, ovvero, lasciando comunque invariati i dati identificativi radioamatoriali, quali nominativo, ID DMR e tutto il resto, non dobbiamo fare altro che ritornare a cliccare sul tasto accanto alla scritta “MODE” e selezionare il modo YSF

nel campo “HOST”, invece, dobbiamo andare a cercare il reflector YSF che a noi interessa, sempre per quanto riguarda la nostra rete, dobbiamo cercare la voce “IT-D2ALP”

Adesso, premete il tasto “CONNECT” e poi il classico PTT per parlare!!!

AGGIORNAMENTO

Droid Star, negli ultimi mesi, ha ricevuto svariati aggiornamenti implementando, così, nuove funzionalità e migliorando notevolmente la fonia in trasmissione che in ricezione.
Con questo aggiornamento al post, voglio portare all’attenzione degli utenti che dall’applicazione in questione, è stata aggiunta una pagina “SETTINGS”, ovvero, la seguente:

In questa pagina bisogna inserire tutti i parametri che ci consentiranno, poi, di poter transitare nei modi digitali DMR, D-Star, C4FM e con il protocollo IAX2.
Con particolare attenzione ai campi ESSID che deve essere per forza messo, anche un “00” o qualsiasi altro numero che non sia lo stesso inserito su hotspots in vostro possesso od inserito nei sistemi DVswitch Server o DVLink Server, significando, quindi, che se sull’hotspot avete inserito “01” come ESSID, su Droid Star” dovete mettere “02”.
Inoltre non dimentichiamoci affatto della famosa PASSWORD BM, ovvero la HOTSPOT SECURITY, la password impostata sul sito Brand Meister e, se volete, ma questi non sono campi obbligatori, inserire i dati geografici od eventuali credenziali per l’accesso ai sistemi IAX o D-Star.
Inseriti i dati, possiamo passare alla pagina principale chiamata “MAIN”

Per poter accedere in DMR, bisogna stare attenti a questi passaggi:

  • selezionare il modo DMR facendo tap sul rettangolino accanto alla scritta “MODE”;
  • selezionare l’host DMR di nostro interesse, per quello italiano “BM_2222_ITALY”;
  • digitare nella casella accanto al TAG “TG ID” il numero del TG (Talk Group) a cui ci si vuole connettere;
  • premere sul tasto “CONNECT”;
  • mandare un “colpo di portante” (solo per agganciare il TG selezionato) agendo su tasto enorme con la scritta TX a fondo pagina.

Seguendo questi passaggi, si ha la possibilità di fare QSO nella modalità DMR ma non è assolutamente difficile scegliere gli altri modi, ovviamente basta agire sempre sul tasto “MODE” e scegliere quello che si vuole utilizzare, ovviamente sempre se sono stati aggiunti i parametri nella pagina “SETTINGS”:

DUDE-Star

Esiste un applicativo che possiamo utilizzare sul nostro PC per poter fare QSO, come un’emulazione del sistema operativo Android per far funzionare l’applicazione Droid-Star, qualora preferiste usare il vostro PC con Speakers/Cuffie e Microfoni più performanti.

Parliamo quindi di questo DUDE STAR, un applicativo che non esige d’installazione, quindi è avviabile direttamente e che ha le stesse funzioni che abbiamo scoperto con DROID STAR.

Molto probabilmente è lo stesso programma ma adattato al PC, vediamo come si presenta!!!

Per scaricare il file .zip contente il software DUDE-Star (nelle sue 3 versioni: primo release (per OS WIN Obsoleti), x86 (WIN 32Bit) ed e64 (WIN 64Bit)) clicca sul seguente LINK.

Come potete notare, i parametri sono gli stessi che si devono inserire/modificare con Droid Star.

Al punto 1 si sceglie il sistema che consente la ricezione e la trasmissione e, dato che non abbiamo nessun hardware collegato al PC ma dobbiamo affidarci ad una emulazione di tale hardware, dobbiamo lasciare invariata la casella, ovvero bisogna selezionare “Software vocoder”.

Al punto 2 si ha la scelta delle periferica audio che sia output od input, o meglio, la scheda audio ed il microfono che, se non vengono già impostati automaticamente, si dovranno scegliere dal menu a tendina.

Al punto 3 abbiamo da scegliere il modo digitale che si vuole usare:

–   REF;

–   DCS;

–   XRF;

–   YSF;

–   DMR;

–   P25;

–   NXDN;

–   M17.

Prendiamo in considerzione, il DMR, quindi lo selezioniamo dal menu che è comparso (vedi foto sopra).

Accanto alla scritta DMR, abbiamo un altro menu da selezionare, quello relativo al server DMR che vogliamo utilizzare.

Nel nostro esempio, andremo a scegliere il server/reflector inerente alla BM Italia, quindi BM_Italy_2222.

Configuriamo il punto 4 nella quale non ci resta che inserire il nostro nominativo, il nostro ID DMR e la famosa password Hotspot Security.

Non trascurando affatto gli altri campi quali il TG da inserire (es. 222055), il CC (Color Code) che deve essere 1 ed il Time Slot che, nel nostro caso, deve essere 2.
Passiamo alla CONNESSIONE, al punto 5. Cliccare sul tasto CONNECT e, per trasmettere premere il tasto TX (punto 6)

Passiamo al settaggio di un altro modo digitale che possiamo usare con questo programmino!

Non so se è un errata configurazione che ho fatto, ma sembra che per il modo XLX, REF e DCS c’è bisogno di hardware apposito per poter transitare on air ma possiamo, se non erro, almeno ascoltare, per un piccolo esempio, configuriamo il modo REF

accanto alla voce appena selezionata, andare a cercare il reflector che a noi interessa

Adesso bisogna fare una piccola precisazione. Una volta selezionato il modo e selezionato il reflector a cui vogliamo connetterci, ovviamente dobbiamo inserire i classici dati identificativi quali call, ID DMR ma, se ci fate caso, nella parte evidenziata al punto 4, c’è un altro menu dove selezionare una lettera, ovvero il modulo.

Dopo il DMR e il D-Star, configuriamo il sistema YSF dalla quale è anche possibile trasmettere.

Sempre accanto alla selezione appena fatta, dobbiamo scegliere il reflector a cui volgiamo collegarci, sempre nel caso della nostra rete, dobbiamo cercare la voce IT-D2ALP (#57307)

Il gioco è fatto, adesso non ci resta che premere CONNECT e, quando si deve trasmette, premere il tasto TX.

Il software Droid Star, ripetiamo, è in continuo aggiornamento! Monitorare Google Play per il nuovo release.

Sono sempre gradite prove e feedback!

Ricordiamo che siamo sempre radioamatori, non dimentichiamoci mai della radio!

Questo software deve essere un ausilio estremo per tenersi in contatto con il D2ALP, non deve diventare un metodo standard per fare QSO!

73!!

Il Team D2ALP

Bibliografia: DIGITAL NETWORK – IZ0LDE & IZ0THD

2 thoughts on “DroidStar – La soluzione a tanti “problemi”!

  1. Purtroppo le cose che funzionano bene hanno vita breve.
    Lo sviluppatore ha appena castrato l’applicazione togliendo il vocoder interno rendendola di fatto inutilizzabile.
    Per ora i vocoder alternativi online non si trovano.
    L’unico modo per usarla è scaricare una vecchia versione da qualche sito di APK.
    che delusione…

    1. Ti ringrazio per la preziosissima info! Un nostro Sysop ed utente ha riscontrato questo problema. Ora ho capito il perchè. Si sa se ripristineranno a breve il tutto oppure no?
      Comunque ho personalmente notato che spesso si tocca ciò che funziona, danneggiandolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.