Il ruolo di un Gestore di un servizio qual’è?

Come si evince dall’articolo precedente, il BM Network in Italia (e solo in Italia a quanto pare), sta subendo un lento degradamento dal 2019 ad oggi, da quando è stato chiuso il Server 2221 ed aperto il Server 2222.

Non voglio essere assolutamente ripetitivo e percui vi invito a leggere il seguente articolo prima di continuare a leggere questo, qualora non l’abbiate ancora fatto.

Articolo precedente (clicca sull’immagine per aprirlo)

Orbene, tutti sappiamo che il DMR ha delle funzionalità all’avanguardia che vanno oltre il tradizionale QSO a voce. Il BrandMeister, come network mondiale, si è dato come obbiettivo principale il traslare tutte queste funzioni in ambito radiantistico, rendendole utilizzabili gratuitamente a tutta la comunità radioamatoriale del mondo, offrendogli anche un modo per sperimentare questo nuovo sistema e modo di comunicare.

Per meglio organizzare il network, e verosimilmente alleggerirlo, ha dato a ciascuno Stato avente utenti, uno o più server i quali sono gestiti da persone volontarie che costantemente lo mantengono efficiente e funzionale, chiamate Gestori.

Ma il ruolo del Gestore qual’è?

Questa è la domanda cardine la cui risposta dovrebbe essere evidente in quanto facilmente si può dare ad essa una definizione chiara.

Il gestore è colui che gestisce un particolare settore (in questo caso un Master Server nazionale) garantendo che TUTTI i servizi offerti e siano funzionanti. Nella fattispecie un gestore, che si fa carico di gestire un Master Server BrandMeister, dovrebbe mantenere il server efficiente , garantire l’utilizzo di tutti i servizi e funzioni offerti a tutta la comunità radioamatoriale dello Stato ed attuare tutte le contromisure informatiche per evitare che vengano svolte attività non conformi alla Legge dello Stato ed alle regole del network.

Le contromisure informatiche però non sono certo l’inibizione all’utilizzo di molti servizi e funzionalità del network mondiale a fronte di attività illecite da parte di qualche stupidotto con una radio in mano. Bensì sono protezioni, compilate ad hoc che inibiscono le funzioni del network solo a chi lo utilizza in modo improprio.

Disattivare uno o più servizi e/o funzioni a livello nazionale, non è prevenire. E’ vietare l’utilizzo a tutti. E questo non è corretto. Questo non fa parte della policy del BrandMeister; questo esula dai principi morali e giuridici per il quale BM è nato. Per non parlare del D.L. 259/2003 il quale si esprime molto chiaramente in merito.

Così non è gestire, così è, ben che vada, amministrare. Amministrare non è compito del Gestore.

Sarebbe facile così! Troppo facile! Ci sono uno o due cretini che utilizzano impropriamente il sistema e, cliccando solo un pulsante, si inibisce il servizio o i servizi a tutti gli Italiani. Tolto il dente tolto il dolore! Sarei capace pure io, che conosco linux a livello inferiore a quello elementare, a gestire un Master Server BM, in questo modo!

Penso quindi che gli Amministratori ed Ideatori di BM, diano la licenza di gestione di un Master Server nazionale, a chi ha alte, meglio se elevate, competenze di Linux o dei OS e programmi che permettono a BM di funzionare.

Si sono accertati quindi di queste compentenze? E soprattutto i gestori di BM 2222 hanno competenza in materia? Sanno implementare contromisure atte a bloccare attività illecite mantenendo tutti i servizi attivi o sono soltanto dei “cavadenti” che tolgono il male solo attraverso un’avulsione?

Chiedo pertanto che vengano ripristinati ed abilitati immediatamente, in Italia, tutti i servizi BM! Come sono in tutto il resto del mondo.

Se siete d’accordo anche voi firmate la petizione cliccando sul link sottostante.

FIRMA LA PETIZIONE

Grazie per l’attenzione!

73 IZ1XBB

D2ALP Sysop Team

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.